fbpx

Perché dovresti smettere al più presto di lamentarti

Copia di Copia di Copia di Copia di Senza titolo

Ti sono mai capitate quelle giornate in cui sembra che non ne vada una per il verso giusto?

Tutti abbiamo avuto uno di quei momenti in cui abbiamo bisogno di lamentarci e sforgarci per le nostre disgrazie.

Ma sapevi che la nostra mente tende ad essere attirata e a ricordare meglio notizie ed eventi negativi piuttosto che positivi?

Prova a pensare alle ultime notizie che hai ascoltato o letto e a ricordarne una positiva e una negativa.

Quale ti salta subito in mente e quale hai difficoltà a recuperare?

Questa tendenza ha origini evoluzioniste: il nostro cervello è codificato per prestare attenzione in modo più rapido ed efficace ai pericoli e a ciò che potrebbe andare storto, per migliorare le probabilità di sopravvivenza.

Pensi che lamentarsi sia utile?

Lamentarsi può sembrare la risposta naturale in alcune situazioni, ma alcune persone sembrano avere una tendenza verso la lamentela continua e il vittimismo.

Focalizzarsi sul negativo però è dannoso per il benessere fisico, mentale e sociale.

A nessuno piace avere intorno qualcuno di negativo che continuamente si focalizza su ciò che non va, su quanto fatica a lavoro, a casa, nelle relazioni e persino negli hobby.

In media le persone si lamentano dalle 15 alle 30 volte al giorno.

Sembrano numeri alti, ma è proprio così!

A volte lo facciamo talmente in modo automatico che neanche ce ne rendiamo conto.

Purtroppo però la lamentela e la negatività non sono utili: lamentarsi diminuisce la creatività, rallenta il lavoro, cambia l’umore in negativo, diminuisce la produttività e anche la capacità di apprendimento.

Oltre ad essere contagioso.

Lo sai perché ci lamentiamo?

Vediamo i 3 motivi principali per cui le persone solitamente si lamentano:

1. Lamentarsi attira l’attenzione

Lo abbiamo visto poco fa: le notizie negative tendono ad attirare l’attenzione più di quelle positive.

Così alcune persone usano la lamentela per attirare l’attenzione su di sé, per sentirsi considerati e compresi ed eventualmente scusati per le loro mancanze.

D’altra parte con tutti quei problemi che ha, come avrebbe potuto fare meglio?

2. Lamentarsi procura sostegno e vicinanza

Mettere in risalto le nostre disgrazie e le nostre peripezie e la fatica che facciamo per superarle, ci fa ottenere un contatto con un altro essere umano, che potrà sostenerci, offrirci una spalla su cui piangere, comprenderci e incoraggiarci.

Un po’ come fanno i bambini che quando piangono e si lamentano, stanno cercando il sostegno dei genitori; così noi adulti utilizziamo lo stesso meccanismo per essere consolati e coccolati.

Però attenzione perché spesso le lamentele soprattutto se frequenti suscitano antipatia e distacco piuttosto che vicinanza e comprensione.

3. Lamentarsi riduce la responsabilità

Quando ci lamentiamo spostiamo l’attenzione dell’altro sulle nostre difficoltà.

Il lamento ci mette in una posizione più comoda perché attribuisce ad un altro, o comunque ad una situazione esterna, la responsabilità di ciò che non sta funzionando.

In altre parole utilizziamo il lamento per scusare le nostre scarse prestazioni.

Sei sicuro che lamentarti ti faccia davvero sentire meglio?

Sei sicuro quindi che lamentarti diminuisce la tua irritazione?

Dopo aver tirato giù tutti i santi dal paradiso, davvero ti senti meglio?

Uno studio dell’Università di Stanford dimostra che sottoporsi a 30 minuti di lamentele riduce le capacità di memoria e problem solving dei nostri neuroni.

Ma c’è di più: ascoltare lamentele mette i nostri neuroni in modalità off.

Il cervello infatti reputa le lamentele di basso livello e smette di processare le informazioni, non permettendoci così di elaborare creativamente delle soluzioni.

Ricorda che spesso il lamento è il contrario dell’azione!

Se vuoi uscire dalla negatività devi cercare attivamente soluzioni, spostare la mente dal compatimento al problem solving!

Abbiamo un cervello funzionante, usiamolo per trovare soluzioni e non per lamentarci.

Se ti accorgi che l’arte del lamento è diventata per te un’abitudine ti consiglio di correre subito ai ripari!

Se quello che cerchi è un Metodo che ti aiuti a:

  • sviluppare la capacità di definire e raggiungere gli obiettivi
  • vincere la reattività e migliorare la capacità organizzativa
  • gestire le reali cause di perdita di tempo
  • imparare a lavorare per priorità e obiettivi
  • smantellare definitivamente la tua voglia di lamentarti per qualsiasi cosa
CONTATTAMI per conoscerere il metodo innovativo che ti consentirà di apprendere, sviluppare e mantenere nel tempo le competenze acquisite.

Ti è piaciuto l’articolo?

Se ti è stato d’aiuto, ti sarò grato se vorrai condividerlo sui tuoi social cliccando sui pulsanti che trovi a destra.

O se preferisci puoi copiare e incollare il link dell’articolo e condividerlo con chi vuoi tramite mail, Whatapp o Telegram.

A questo punto non mi resta che salutarti e ricordarti che ogni mercoledi puoi trovare qui sul mio Blog un nuovo articolo.

Puoi aiutarmi a scegliere l’argomento se vuoi lasciando un commento nel form qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *