fbpx

5 consigli + 1 bonus per parlare in pubblico

banner public speaking

Ogni persona dovrebbe salire sul palco e tenere un discorso.

È un’esperienza terrificante la prima volta, ma ti fa capire alla perfezione quanto sia difficile comunicare idee e visioni che rimangano VERAMENTE impresse nella mente del tuo pubblico.

Come formatore e coach professionista ho capito presto che non è facile fare breccia nella testa delle persone.

Certo, puoi richiedere feedback, leggere commenti, ma come fai a sapere se veramente le tue parole ottengono l’effetto desiderato?

Quando sei di fronte a una folla, sai quando fallisci.
Questa è una certezza!
Le teste ciondolano, gli occhi sono privi di espressione e le sedie sembrano ricoperte di chiodi.
Il linguaggio del corpo non mente.

Ho imparato molto osservando il mio pubblico.

Proprio per questo oggi voglio condividere con te dei consigli che possono aiutarti a migliorare il tuo modo di parlare in pubblico.

Alcuni dei migliori suggerimenti per parlare in pubblico provengono dagli scritti del defunto Earl Nightingale, considerato il padre del movimento per la crescita personale e del quale parlerò prossimamente nella mia rubrica del mentore del Lunedì.

I consigli del public speaking

#1. È sempre responsabilità del comunicatore assicurarsi di essere compresi

Quando sei su un palco e comunichi un’idea è tua responsabilità assicurarti che il tuo pubblico ti capisca.

Ogni frase deve essere compresa dall’ascoltatore nel momento in cui la sente.

Per raggiungere questo obiettivo, devi parlare chiaramente, usare frasi semplici e ordinare i tuoi pensieri in una sequenza logica.

Se vuoi usare un linguaggio elaborato e ricco di paroloni per sembrare più colto fallo pure, ma se stai cercando di comunicare un’idea o persuadere una persona ad ascoltare il tuo pensiero, allora è tua responsabilità farlo accadere.

Parlare per essere capito, non per impressionare.

Evita le parole che non sei sicuro tutti capiranno; non è questo lo scopo.

Semplifica le frasi complesse.

Quando vendi un’idea, devi interpretare il ruolo di un venditore, non di uno studioso di letteratura.

#2. Non forzare il tuo pubblico a tenere a mente troppi concetti

Ci sono informazioni contrastanti su quanti fatti l’essere umano medio può tenere a mente.

A seconda della fonte, va da quattro a sette.

L’oratore professionista lo sa bene.

Sa che con ogni fatto in più che costringi il tuo pubblico a ricordare, la tua comprensione da parte del pubblico si indebolisce.

Un public speaker di successo parla di un’idea alla volta e la porta a compimento prima di passare a quella successiva.

Vuole che il suo pubblico capisca ogni sua parola.

Tratta il suo lavoro come un mosaico, posizionando una tessera alla volta fino a quando non emerge un’immagine completa.

#3. Attirare subito l’attenzione

Quando si parla in pubblico è necessario attirare l’attenzione del pubblico con la prima frase.

La battuta di apertura deve focalizzare il pubblico e costringerlo a concentrarsi su ciò che stai comunicando.

Vai dritto al punto senza tanti mezzi termini e colpisci!

#4. Dimostrare leadership

Quando presenti una nuova idea, interpreti la parte di un leader.
Ma questo non significa che ti stai comportando come un leader efficace.

Un leader efficace è sicuro di sé ma non arrogante.
Un leader efficace non chiede l’approvazione per presentare le proprie idee.
I leader presentano i loro concetti e motivano gli altri a seguirli.
Un leader efficace non difende mai le proprie convinzioni, non ne ha bisogno.

Quando presenti la tua idea, fallo con un senso di certezza.

Le persone ti seguiranno se dimostrerai le tue idee in modo chiaro e sicuro.

Evita di usare frasi che indeboliscono la tua leadership:

penso..

non sono sicuro…

spero che questo non offenda…

#5. Lascia che il pubblico colleghi i punti

L’oratore professionista comprende una verità fondamentale sulle persone.

Sa come coinvolgere il suo pubblico.

Le persone amano collegare i punti.

Amano capire le cose.

Ma ci disprezzano quando diciamo loro cosa credere.

Il public speaker presenta le sue idee, espone tutti i fatti e collega la maggior parte dei punti.

Ma permette al pubblico di trarre la conclusione.

Quando si comunica nel modo giusto, è possibile solo una conclusione.

Il dilettante adotterà l’approccio opposto.

Martellerà la sua conclusione e ci dirà cosa dovremmo credere.

Non ci permetterà la gioia di capire l’enigma perché non si fida della nostra conclusione o gli manca la fiducia nella sua capacità di persuaderci in quel modo.

#6. Se ignori tutto il resto, segui almeno questo consiglio

C’è una regola con cui sarai d’accordo, anche se non sei d’accordo con le altre.

Sii sempre interessante.

Non essere mai noioso.

Interessante e noioso sono entrambi soggettivi, ovviamente.

Ma qui ci sono alcuni metodi collaudati per generare interesse.

Presentare una nuova idea


Dare una nuova svolta a una vecchia idea


Prendere una posizione controversa per incuriosire


Articolare i pensieri che il tuo pubblico non può esprimere a parole


Essere autoironico


Condividere qualcosa di nostalgico come una bella storia


Parlare di ciò che i nostri ascoltatori hanno troppa paura di esternare.

Secondo me se riuscirai a seguire questi consigli vedrai i primi frutti a breve.

La padronanza di sé su un palco o comunque di fronte ad un pubblico non è cosa facile, ma come tutte le cose che insegno nei miei corsi si può imparare e migliorare con l’allenamento e la perseveranza.

Gli eventi in sala della mia società Mentoring Resources stanno riprendendo gradualmente e sono fiducioso che presto potremo tornare a lavorare con gli stessi standard di un tempo.

Nel frattempo se hai qualsiasi domanda da farmi non esitare a CONTATTARMI.

Visita anche la pagina ufficiale di Mentoring Resources per vedere i prossimi eventi in programma.