fbpx

8 consigli di Robin Sharma + 1 mia riflessione per vivere al massimo la tua vita

robin-sharma

Quante volte ripeto che la vita che conduciamo deve essere DEGNA di essere vissuta?

Non devi per forza diventare QUALCUNO perché credimi, come diceva Andy Warhol, ormai chiunque può avere il suo quarto d’ora di celebrità per qualcosa di ignoto!

Devi sentire di vivere pienamente, devi sentire dentro di te la consapevolezza che alla tua morte avrai lasciato il segno su questa terra, non fosse altro per aver migliorato almeno la vita di una persona.

Se invece ti alzi ogni mattina con l’impressione che la tua vita sia un susseguirsi di giorni tutti uguali e senza scopo, attraversati da poco entusiasmo e da molta angoscia allora devi cominciare a farti qualche domanda.

Se ti accorgi che il tempo trascorre velocemente senza nemmeno chiederti il permesso, senza che tu riesca a trovare un senso, degli obiettivi significativi, o la gioia che solo i valori autentici dell’esistenza possono assicurare allora devi fermarti.

E’ il momento di fermarti.

All’inizio della mia carriera come Caoch professionista ho adorato il libro di Robin Sharma, Una vita inimitabile, che ad ogni rilettura mi ha dato lo spunto per vedere le situazioni difficili da un altro punto di vista.

Vedilo come un manuale, dove Sharma ti offre addirittura 101 facili soluzioni ai problemi e alle fatiche della nostra esistenza.

I rapporti con le persone che ci circondano, il modo di affrontare il lavoro, i ritmi frenetici delle nostre giornate, quello che conta davvero nella vita degli individui, i freni che paure e pigrizia esercitano su di noi e tanto altro ancora.

Se vuoi vivere meglio oppure desideri ritrovare il significato profondo e il valore vero della tua vita, ecco per te le semplici riflessioni di Robin Sharma.

Ovviamente non sono 101, ma spero che con questo assaggio ti verrà voglia di leggere il libro di questo mio Mentore così illuminante.

Gli 8 consigli di Robin Sharma

1. Esercita un’affettuosa severità

Il segreto di una vita allietata dal successo e piena di significato è l’autodisciplina.

Robin Sharma definisce “affettuosa severità” la pratica dell’autodisciplina, perché essere severo con te stesso è in realtà un profondo gesto d’amore.

Più sarai severo con te stesso, più la vita sarà indulgente con te.

Alla fine la qualità della tua vita è determinata dalla qualità delle tue scelte e delle tue decisioni, che vanno dalla carriera che scegli di intraprendere ai libri che leggi, all’ora in cui ti svegli la mattina e ai pensieri che occupano la tua mente durante le ore delle tue giornate.

Se eserciti costantemente la tua forza di volontà facendo il genere di scelte che sai essere quelle giuste potrai riacquistare il controllo sulla tua vita.

#Leggi anche LA FORZA DI VOLONTA’ DI PABLO PICASSO

#Leggi anche 3 STRATEGIE PER AVERE UNA FORZA DI VOLONTA’ DI FERRO

2. Rispetta il tuo passato

Ogni attimo speso a meditare sul passato è rubato al tuo futuro.

Ogni minuto passato a rimuginare sui tuoi problemi è sottratto alla loro soluzione.

Usa invece le esperienze del passato per raggiungere un più alto livello di consapevolezza e comprensione.

Le migliori opportunità di cambiare per il meglio stanno nelle avversità della sorte.

Tieni presente che spesso le persone felici sono passate attraverso le stesse avversità di quelle infelici.

La cosa che le distingue è il modo di reagire agli eventi e il buon senso che le aiuta a far uso dei ricordi in modo da arricchire le loro vite.

Clicca sull'immagine per leggere l'articolo del Blog dedicato all'articolo di Forbes

3. Impara a stare in silenzio

Quando è stata l’ultima volta che sei stato zitto e fermo?

Quando è stata l’ultima volta che ti sei ritagliato un po’ di tempo per goderti il potere della solitudine di ristorare, rimettere a fuoco e rigenerare la tua mente, il tuo corpo e il tuo spirito?

L’importanza del silenzio mi fa pensare alla storia del vecchio guardiano del faro che aveva solo una piccola scorta d’olio per tenere acceso il segnale.

Alcune persone bisognose gli chiesero in prestito dell’olio e presto la scorta finì.

Molte navi si incagliarono e morirono in molti perché il guardiano del faro aveva perso di vista la sua priorità.

Aveva trascurato il suo bene primario e aveva pagato un alto prezzo per questo.

Praticare la solitudine, anche soltanto per pochi minuti il giorno, ti aiuta a non perdere di vista le tue priorità e ad evitare la noncuranza in cui cadono molti di noi.

E dire che non hai abbastanza tempo per stare regolarmente un po’ in silenzio è come dire che sei troppo occupato a guidare per fermarti a far benzina: prima o poi dovrai fermarti!

4. Entra nella testa della gente

Uno dei più radicati bisogni dell’umanità è essere compresi amati e rispettati.

Eppure, nella frenesia del nostro tempo, troppa gente è convinta che ascoltare non sia altro che aspettare che l’altra persona finisca di parlare.

E, a peggiorare le cose, mentre l’altra persona parla, troppo spesso approfittiamo del tempo per preparaci la risposta, anziché cercare di immedesimarci con il suo punto di vista.

C’è un motivo per cui abbiamo due orecchie e una sola bocca: per ascoltare due volte di più di quanto parliamo.

E avere la cortesia di essere un buon ascoltatore presenta un altro vantaggio: dato che non sei tu quello che parla, sei quello che impara, perché hai accesso a informazioni che ti sarebbero sfuggite, se fossi stato occupato nel solito monologo.

Se stai parlando con una persona che negli ultimi sessanta secondi non ha aperto bocca, è molto probabile che tu abbia perso il contatto e quindi è giunto il momento che tu smetta di parlare.

Resisti alla tentazione di interrompere.

Fermati prima di farlo e presta più attenzione al tuo interlocutore.

Se necessario, come ad esempio in una riunione di lavoro, prendi appunti.

Quando l’altra persona ha esaurito le sue argomentazioni, prima di replicare rifletti su quanto ti ha detto.

5. Amministra bene il tuo tempo

E’ buffo che la gente dica che farebbe qualsiasi cosa pur di avere un po’ più di tempo, quando poi spreca il tempo che ha già.

Il tempo è la cosa che ci rende tutti uguali.

A ciascuno di noi sono assegnate 24 ore al giorno.

La cosa che distingue le persone che si costruiscono delle vite meravigliose è l’uso che fanno di quelle ore.

La maggior parte di noi vive come se avessimo una quantità di tempo pressoché infinita per fare tutte le cose che sappiamo di dover fare per vivere una vita piena e gratificante.

E così non facciamo che rimandare, tenere in sospeso la realizzazione dei nostri sogni, mentre ci occupiamo delle emergenze quotidiane che riempiono le nostre giornate.

Questa è la ricetta giusta per procurarsi una vita di rimpianti.

Impegnati ad amministrare meglio il tuo tempo.

6. Non dimenticare la “Regola del 21 “

Le nuove abitudini sono un pò come un paio di scarpe nuove: nei primi giorni non sono affatto comode.

Ma se le sforzi per circa tre settimane, diventeranno come una seconda pelle.

In quanto esseri umani siamo programmati geneticamente per resistere ai cambiamenti e mantenere un equilibrio stabile.

Questo modo di vivere, noto come omeostasi, col tempo si è naturalmente evoluto in modo tale da consentire ai nostri progenitori di sopravvivere a condizioni di vita in costante mutamento.

Il problema è che il meccanismo funziona per lasciare le cose come stanno anche quando esistono possibilità più vantaggiose.

E questo è il motivo per cui incontriamo tante difficoltà a prendere nuove abitudini e a superare le forze gravitazionali che ci impediscono di raggiungere livelli di vita superiori.

Ma, proprio come un missile che consuma più carburante nella fase di lancio di quanto ne consumerà nei giorni successivi, così dopo i primi 21 giorni, ti accorgerai che andare avanti con un nuovo modo di comportarsi è molto più facile di quanto avresti detto.

Esamina le tue abitudine e impegnati a fare i cambiamenti necessari.

La qualità della tua vita dipende in larga misura dal genere di abitudini che hai.

7. Sii più forte dei tuoi stati d’animo

Robin Sharma afferma:

Per gran parte della mia vita ho creduto di non avere la possibilità di controllare i miei pensieri.

Entravano nella mia mente, liberi di fare quello che volevano.

Per di più ero convinto di identificarmi con i miei pensieri.

Per fortuna ho scoperto che questo è ben lontano dall’essere vero.

Noi non siamo i nostri pensieri.

Siamo le menti che li producono.

Siamo noi a creare i pensieri che ci passano per la mente e quindi possiamo cambiarli a nostro piacimento.

Questa teoria, apparentemente ovvia, per me è stata una rivelazione.

Sono diventato subito molto più conscio dei pensieri cui davo spazio e del dialogo che si svolge all’interno di ciascuno di noi in ogni ora del giorno.

Ho cominciato a fare molta attenzione alla qualità dei miei pensieri e questo è stato il primo passo per cambiarli.

Nel giro di qualche mese ho allenato la mia mente a concentrarsi unicamente su pensieri positivi, illuminanti e fonte di ispirazione.

E così facendo ho visto cambiare gli aspetti esteriori della mia esistenza.

#Leggi anche CAMBIAMENTO: NON LASCIARE CHE I PENSIERI NEGATIVI TI BLOCCHINO

8. Pensa in grande

Benjamin Disraeli scrive:

Nutri la tua mente di pensieri elevati, perché non potrai mai andare al di sopra di quel che pensi.

Sono parole profonde.

E il loro significato è evidente: non è ciò che sei a non lasciarti emergere nella vita, ma ciò che pensi di non essere.

E’ ciò che ti passa per la testa che ti impedisce di ottenere tutto quello che desideri.

E nel momento stesso in cui capirai questo concetto e ti impegnerai a liberare la tua mente di tutti i pensieri che ti pongono delle limitazioni, constaterai un quasi immediato miglioramento della tua condizione.

Se non perseguite i vostri sogni, alimentate i vostri limiti.

9. Porta sempre con te un libro

Molti studi ci dicono che passiamo 5 anni della nostra vita a fare code:

Al supermercato, negli uffici amministrativi, dal dottore e molto altro.

Mentre gli altri che fanno la coda si lamentano, tu potrai arricchire la tua mente alimentandola con le idee che si trovano nei migliori libri.

Il livello che raggiungerai nella vita è determinato dal tuo modo di pensare.

E come sarai tra cinque anni sarà la conseguenza di due cose fondamentali: le persone che frequenti e i libri che leggi.

E saper leggere e non farlo ti mette nella stessa posizione della persona che non sa leggere, ma vorrebbe farlo.

Buon lunedi del Mentore!

La chance per portare la vita al livello che desideri veramente

La chance per portare la vita al livello che desideri veramente