fbpx

5 lezioni dal 2020

5 LEZIONI banner

Siamo tutti d’accordo nel dire che:

L’avversità costruisce il carattere.

Allo stesso modo sono sicuro che possiamo dire a gran voce che il 2020 è stato un anno particolarmente difficile.

Siamo stati colpiti da una pandemia mondiale che ad oggi (secondo l’organizzazione mondiale della sanità) ha ucciso quasi due milioni di persone, oltre ad aver causato ingenti danni all’economia e alla salute mentale delle persone.

Tutti noi abbiamo dovuto far fronte alle conseguenze di questa pandemia attingendo alle nostre risorse e chi più chi meno, ma in generale tutti abbiamo dato prova di grande capacità di adattamento e resilienza.

Ecco 5 lezioni che possiamo imparare da questo disastroso 2020:

1. La gerarchia dei bisogni di Maslow si applica alla vita di tutti i giorni

Il famoso psicologo Abraham Maslow decenni fa ideò la Piramide dei bisogni, in cui descriveva i bisogni umani di base in modo gerarchico, con l’idea che i bisogni fondamentali, come i bisogni di cibo e riparo, debbano essere soddisfatti prima che le persone possano lavorare su bisogni avanzati, come il bisogno di amore e realizzazione.

Il 2020 ci ha insegnato molto sulla rilevanza della gerarchia dei bisogni nella nostra vita quotidiana.

Chi di noi è stato colpito dal COVID, oppure ha visto parenti ammalarsi e rimanere bloccati con dei sintomi che non sembravano affievolirsi, avrà sicuramente sperimentato la paura della malattia e toccato con mano la percezione di essere in pericolo di vita.

È in queste condizioni che ci rendiamo conto di quali sono le cose realmente importanti e che i bisogni tornano ad avere una loro gerarchia.

Quando abbiamo tutto disponibile e sottomano spesso non ce ne rendiamo conto, perché diamo la maggior parte delle cose per scontate.

In questo senso la pandemia può averci riportati con i piedi per terra e aiutato a ridare valore a ciò che realmente è importante e significativo.

2. Siamo tutti sulla stessa barca

Il COVID colpisce tutti, ricchi e poveri, giovani e anziani, bianchi e di colore, non ci sono distinzioni.

Nessuno è al di sopra delle forze della selezione naturale.

La pandemia ha evidenziato il fatto che quando viene presentato un obiettivo sovraordinato, che riguarda tutti, le persone hanno la capacità di concentrarsi meno sulle differenze superficiali che esistono tra loro e più sulla condivisione e sulle similitudini.

Un lato positivo della pandemia è questo: ci ha fornito un chiaro obiettivo superiore che ha, in molti modi, sottolineato la nostra comune umanità.

3. La flessibilità è fondamentale

Il COVID ha introdotto cambiamenti in tutti i campi della nostra vita.

Nel lavoro, nella vita sociale e familiare, nell’istruzione, nella gestione del tempo libero.

Non riesco a pensare ad un campo della vita che non ne sia stato colpito.

La flessibilità è fondamentale per permetterci di affrontare circostanze impreviste. 

E sicuramente il 2020 è stato un anno pieno di imprevisti e cambiamenti.

 Ci ha costretti a ripensare a come facciamo tante cose.

La scuola ha dovuto riformare i programmi e strutturare un sistema di didattica a distanza, alunni e studenti di tutte le età hanno dovuto adeguarsi in tempi record.

Tutti noi abbiamo avuto cambiamenti nel lavoro, a prescindere dal campo in cui operiamo.

Le palestre sono diventate virtuali, i viaggi internazionali sono stati sostituiti da riunioni online e gli aperitivi si sono trasferiti dai bar alle video conferenze su zoom.

E tutti abbiamo dovuto adeguarci a cambiamenti rapidi e totalitari.

Questo ha da un lato sicuramente causato una grossa fonte di stress, ma dall’altro ci ha evidenziato quanto è importante la nostra flessibilità comportamentale.

Lo stesso Darwin ci ricorda:

Non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti.

4. Gli esseri umani hanno bisogno di contatto con le persone e con la natura

Ci è stato impedire di uscire dalle nostre case e in questa condizione di reclusione tutti noi abbiamo sperimentato il desiderio di fare una passeggiata sulla spiaggia, di stenderci in un prato o passeggiare in un bosco.

Durante la pandemia, le aree naturali hanno visto un enorme aumento di attività e le esperienze della natura ci hanno aiutato a preservare la nostra salute mentale ed emotiva oltre che fisica.

E così come abbiamo sentito la mancanza del contatto con la natura abbiamo sicuramente sentito anche la mancanza del contatto umano.

Durante questo periodo mantenere i legami familiari e amicali è stato difficile, visitare altri stati è spesso vietato o reso estremamente difficoltoso a causa delle politiche relative alla riduzione del contagio.

Ma rimanere in contatto con amici e familiari è fondamentale per il nostro funzionamento e nonostante le tecnologie ci abbiano sicuramente aiutato nel mantenere le relazioni, forse oggi riusciamo vedere più chiaramente il valore che un abbraccio può avere rispetto ad un sms.

Gli esseri umani si sono evoluti come una specie altamente sociale e le nostre esigenze di socialità devono essere soddisfatte nonostante gli ostacoli che si frappongono.

#Leggi anche l’articolo COVID 19 E SOLITUDINE

5. Dobbiamo apprezzare ciò che abbiamo

Durante la pandemia, molti di noi hanno perso i propri cari, oppure si sono ammalati.

Molti si sono ritrovati soli senza possibilità di vedere amici o parenti, mentre altri hanno affrontato la reclusione in piccoli appartamenti con famiglia e figli urlanti.

Tutti abbiamo avuto delle difficoltà e il 2020 ci ha messo di fronte a mille avversità. 

Ma d’altra parte l’avversità forma il carattere e può aiutarci a imparare dall’esperienza e a fare un passo indietro rivalutando ciò che abbiamo di importante.

Certo, il 2020 è stato un anno orribile, che ci ha messo di fronte a limiti che mai avremmo creduto possibili, ma tutti abbiamo messo in atto una vasta gamma di adattamenti mostrando una forte resilienza e un forza che forse neanche sapevamo di avere.

Come Mental Coach mi trovo spesso a leggere e studiare articoli, libri e saggi che riguardano il benessere psicologico e il raggiungimento di successo e obiettivi.

Segui le mie pagine social se vuoi saperne di più e rimanere sempre aggiornato:

📸 Instagram: https://www.instagram.com/nicolacolonnata
👥Facebook: https://www.facebook.com/colonnata
💼 Linkedin: https://www.linkedin.com/in/nicolacolonnata/
📺YouTube: https://www.youtube.com/c/nicolacolonnata

Oppure CONTATTAMI.

Grazie per aver letto il mio articolo!