fbpx

Marcell Jacobs nuovo “Re” dei 100 metri: il ruolo del Mental Coach

banner marcel jacobs

Oggi tutta l’Italia festeggia l’oro olimpico nei 100 metri di Marcell Jacobs e per me questa vittoria assume un sapore speciale per due motivi:

Il primo perché da sempre sono un super appassionato di atletica leggera, sport che mio padre mi ha fatto praticare dalla nascita fino a quando ho scoperto le arti marziali. Nel 2012 sono volato a Londra per assistere personalmente dalla tribuna alla vittoria di Bolt nei 100 metri con relativo record del mondo ed è stata un’emozione veramente unica.

Il secondo è perché oggi non faccio altro che leggere articoli nei quali Jacobs ringrazia pubblicamente la sua Sport Mental Coach per averlo supportato fino alla conquista dell’oro olimpico.

Questo secondo motivo è per me fondamentale per dare ancora più importanza al lavoro che faccio ogni giorno attraverso la nostra società di formazione Mentoring Resources che prepara da zero Mental Coach certificati in modo che possano operare con successo con atleti ed imprenditori in Italia e nel mondo.

Nel mondo dello sport e dell’imprenditoria il “percepito” grazie anche a questa medaglia migliorerà e sono certo che verrà messa sempre più luce sul nostro mondo con grandi opportunità che si apriranno per chi deciderà di fare quella che per me è “la professione più bella del mondo”: il Coach.

A mio parere è fondamentale infatti che atleti professionisti o imprenditori con la “I” maiuscola vengano supportati da persone veramente preparate ad affrontare ogni ostacolo fornendo loro tutti gli strumenti di cui hanno bisogno per raggiungere i propri obiettivi professionali e di vita.

Per questo motivo la super specializzazione anche nel Coaching trovo che sia la scelta ottimale.

Il percorso che può scegliere un nostro studente è quello di certificarsi in:

– Mental Coaching;
– Mental Coaching Sportivo;
– Business Coaching.

Ogni settore ha i suoi protocolli ed avere una vera e propria cassetta degli attrezzi da saper utilizzare per aiutare il Coachee quando ne ha bisogno assume un ruolo cruciale per raggiungere la vittoria come nel caso di Jacobs.

Personalmente ho avuto l’onore di poter fare Coaching a molti imprenditori, a campioni del mondo del calcio come Tavano, Maccarone ed alcuni giocatori dell’Inter; ho lavorato e collaboro ancora con l’allenatore Silvio Baldini e quest’anno a Tokio 2020 è arrivata anche una mia atleta Martina Batini che ha gareggiato nella scherma.

Oggi è il giorno di Marc!

Ed a lui vanno i miei complimenti con l’augurio di godersi questo fantastico obiettivo.

Al tuo prossimo successo!

Se vuoi saperne di più su come diventare un Mental Coach ed aiutare atleti ed imprenditori a raggiungere i propri obiettivi compila il Form che trovi  qui sotto.