fbpx

3 lezioni di vita da Eleanor Roosevelt

Eleanor Roosvelt

Un mentore di valore

Ho da poco finito di leggere “You Learn by Living” della First Lady Eleanor Roosevelt, un libro veramente molto interessante che racconta la sua filosofia di vita e i suoi valori.

Eleanor Roosevelt ha scritto questo libro nel 1960, quando la Grande Depressione e la Seconda Guerra Mondiale erano ancora ricordi freschi ma sebbene sia stato scritto 60 anni fa, le sue lezioni di vita sono ancora valide per noi oggi.

Le lezioni di vita che mi sono restate più nella mente

Tra le innumerevoli lezioni che si possono trarre dalla lettura di questo libro, mi piace evidenziarne 3:

1. IMPARA A IMPARARE

2. TROVA IL CORAGGIO PER VINCERE LE TUE PAURE

3. AFFRONTA LA RESPONSABILITA’

Impara a imparare

Una delle lezioni più importanti che possiamo insegnare ai nostri figli, e che anche noi dobbiamo sempre tener presente, è l’importanza di sviluppare la capacità di apprendere e imparare.

Apprendere però non significa solo studiare dai libri di scuola, ma avere la curiosità di imparare cose nuove e comprendere il significato di ciò che ci accade intorno.

Otteniamo la nostra istruzione a casa, a scuola e, cosa più importante, dalla vita stessa. Il processo di apprendimento deve continuare finché viviamo. Niente di vivo può stare fermo, va avanti o indietro. La vita è interessante solo finché è un processo di crescita.

Puoi leggere miliardi di libri ma alla lunga non è quello che leggi a contare ma le idee che un libro può far nascere nella tua mente:

Sono le idee che si muovono nella tua mente, le idee che riflettono il tuo pensiero, che ti rendono una persona interessante.

Secondo Eleanor lo studio sui libri non è sufficiente, bisogna imparare ad apprendere dalla vita, dalle persone che incontriamo, dai problemi che ci si pongono davanti.

# puoi leggere anche l’articolo Un buon leader si forma solo sui banchi di scuola?

Non c’è essere umano da cui non possiamo imparare qualcosa se siamo abbastanza interessati da scavare in profondità.

Trova il coraggio per vincere le tue paure

Ciò che blocca molte persone nella vita, secondo Eleanor Roosevelt, è la paura.

Paura del fallimento, paura di ciò che gli altri potrebbero pensare, paura dell’ignoto, paura del cambiamento, paura della perdita.

La stessa Eleanor scrive:

Credo che ognuno di noi possa vincere la paura facendo le cose che ha paura di fare.

Di fronte alla paura la reazione normale di ogni essere umano è la fuga, in altre parole l’evitamento.

Una delle grandi paure che le persone hanno è quella del giudizio degli altri:  il consiglio di Eleanor è di smetterla di cercare di compiacere gli altri e di fare quello che si vuole veramente.

Fai le cose che ti interessano e falle con tutto il cuore.

Non preoccuparti se le persone ti guardano o ti criticano.

È probabile che non ti prestino attenzione.

È la tua attenzione a te stesso che è così opprimente.

Sviluppare il coraggio è la chiave.

Senza coraggio non si agisce mai seriamente per cambiare le situazioni e intanto il tempo passa.

E più il tempo passa più ci sentiamo insoddisfatti e poco realizzati.

Si continua a sopportare il capo che non ci apprezza, i colleghi che se ne approfittano, lo stipendio che non ci basta.

Ma una cosa è certa: se non si agisce le cose non cambieranno da sole e per agire dobbiamo avere coraggio.

# Leggi anche Cambiamento: non lasciare che i pensieri negativi ti blocchino

Affronta la responsabilità

Tutti noi creiamo la persona che diventiamo con le nostre scelte durante la vita.

In un senso molto reale, quando siamo adulti, siamo la somma totale delle scelte che abbiamo fatto.

Di fronte ad un fallimento la prima reazione istintiva è discolparsi: non è stata colpa mia!

E così cerchiamo cause esterne a cui attribuire i nostri fallimenti.

Ma non esiste ostacolo più grande alla nostra crescita!

La persona che si aggrappa a scuse esterne non solo mente a se stessa ma si sottrae alla responsabilità!

Accettando la responsabilità delle nostre azioni, riconosciamo il nostro ruolo nei risultati raggiunti e soprattutto possiamo imparare dai nostri errori per correggerli in futuro.

 
Se anche tu ogni tanto cadi nella trappola del vittimismo ti consiglio di leggere l'articolo MENTALITA' DA VITTIMA (clicca su Calimero)

Assumersi la responsabilità delle proprie azioni non solo permette di farci acquisire sicurezza in noi stessi, ma è anche un modo per guadagnare la fiducia altrui!

Ti fideresti mai di chi di fronte ad un insuccesso personale attribuisce la colpa ad altri?

Questo non significa essere inutilmente duri con se stessi per aver commesso errori. 

Come ha detto Eleanor Roosevelt:

Nessun essere umano è saggio; nessun essere umano è sempre all’altezza del meglio di cui è capace.

Il fallimento arriva a tutti, tranne quando uno non fa nulla, che di per sé è un fallimento.

Tutto ciò che possiamo fare è essere onesti con noi stessi, essere umili e cercare, man mano che acquisiamo saggezza, di correggere i nostri errori e possibilmente di evitarne alcuni.

Se ti è piaciuto questo articolo e sei interessato ai temi di cui abbiamo parlato segui il mio Blog e contattami per ogni informazione desideri.

Buon Lunedi del Mentore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *