fbpx

Cosa significa essere un Mental Coach?

nicola e velasco

Voglio iniziare spiegandoti cosa NON è per me un Mental Coach.

1. Non è un’apprendista stregone

Molti dirigenti sportivi con cui ho avuto a che fare, ogni volta che mi incontravano alla fine di una sessione di Coaching con gli atleti mi chiedevano sempre (e ogni tanto accade ancora) se li avevo motivati/gasati al massimo.

Visto che spesso tenevo le mie sessioni prima di pranzo, nella mia mente mi immaginavo la scena comica degli atleti che irrompevano in sala super motivati alla conquista del piatto da mangiare e che pieni di adrenalina si sarebbero dovuti sedere ad un tavolo cercando di calmarsi.

Al dirigente naturalmente rispondevo di si (con la consapevolezza che lui mi vedeva un po’ come un apprendista stregone), mentre in realtà la mia sessione si basava su altro e che l’ultima cosa che mi sarei sognato di fare era di “gasare” qualcuno il venerdì per una partita o gara che si sarebbe dovuta tenere due giorni dopo ed inoltre guastandogli la digestione per l’adrenalina prodotta inutilmente.

2. Non è un psicologo/psicoterapeuta 

Un Mental Coach non cura le malattie mentali od altri tipi di patologie psichiche.

Per questo esistono psicoterapeuti e psichiatri.

3. Non è una persona che farà le cose al posto tuo

Un Mental Coach non si sostituirà a te nelle azioni che dovrai fare per raggiungere i tuoi risultati.

Chi è invece a mio parere un Mental Coach?

1. E’ un vero professionista

E’ in grado di poter lavorare con qualsiasi figura professionale nel settore del business e dello sport senza necessariamente avere delle competenze tecniche sulla materia (naturalmente se conosce il settore il suo lavoro sarà facilitato);

2. E’ un facilitatore di risultati

Sa sviluppare i più importanti aspetti mentali/psicologici che devono essere trattati adeguatamente per raggiungere il massimo potenziale delle prestazioni, sportive e imprenditoriali dei propri clienti (Coachee).

Su qualsiasi campo sportivo, che si tratti di calcio, tennis, golf o atletica solo per citarne alcuni o all’interno di un’azienda, su un palco, in classe durante un’interrogazione, ottenere il massimo delle prestazioni sappiamo tutti quanto sia complesso.

Per ogni performance eccellente chi la compie deve necessariamente saper integrare al massimo forma fisica, competenza tecnica, strategia tattica e abilità psicologiche.

I Mental Coach sono esperti nel campo della psicologia dello sport e delle prestazioni e comprendono come il processo decisionale, le credenze, le immagini e i sentimenti influiscono e sono influenzati da fattori alcune volte intangibili per la maggior parte delle persone e molto spesso anche per chi le vive direttamente.

I Mental Coach supportano i Coachee nello sviluppare la loro capacità di rimanere concentrati, determinati, impegnati e fiduciosi in tutte le circostanze della performance.

Lo sviluppo delle abilità psicologiche richiede un programma di formazione sistematico progettato per utilizzare i punti di forza dei Coachee ed affrontare le debolezze autoimposte rimanendo focalizzati sul raggiungimento di obiettivi mirati anche di fronte a sfide molto spesso impreviste o addirittura imprevedibili.

 

E’ ormai pensiero comune che abilità psicologiche come concentrazione, determinazione e impegno e fiducia possano essere apprese e sviluppate, ed insieme a motivazione, immaginazione, controllo delle emozioni, controllo del pensiero, pianificazione mentale e team building, sono state identificate come fondamentali per ottenere il successo.

 

Tutte queste abilità vengono stimolate dai migliori Mental Coach che utilizzano le tecniche del cambiamento per far si che il Coachee possa entrare in qualsiasi momento nel suo miglior stato potenziante.

A chi non piacerebbe “sentirsi al meglio di se” quando la situazione lo richiede?

Nella mia carriera ho visto invece molti atleti ed imprenditori dalle grandi potenzialità perdersi in un bicchiere d’acqua proprio quando si è presentata di fronte a loro un’occasione straordinaria di mostrare quello che valevano davvero.

 

Non ho purtroppo potuto e soprattutto voluto fare niente per aiutarli e sai perché?

 

Perché il lavoro del Mental Coach si basa su una relazione di fiducia con il Coachee, deve essere infatti il cliente a desiderare di cambiare e aspirare all’eccellenza in ogni contesto, solo in questo caso quello che gli viene trasmesso funzionerà.

 

Nelle stesse occasioni ho invece potuto constatare performance di alto livello da parte di atleti che hanno invece saputo accedere consapevolmente alle proprie migliori risorse e questo mi ha dato una soddisfazione immensa.

Tutto questo naturalmente richiede un percorso che può interessarti in prima persona per migliorare le tue prestazioni di atleta o per migliorare le tue competenze se sei un allenatore o un imprenditore che vuole imparare a supportare i suoi atleti o i suoi collaboratori per ottenere insieme migliori risultati.

 

Da dove inizia questo percorso?

 

Inizia da una scelta.

La scelta di partecipare a Coach Vincente, un evento che ti aprirà una finestra sul mondo straordinario che per molti è ancora sconosciuto, ma che sta venendo sempre più alla luce grazie anche ai risultati dei migliori atleti olimpici e degli imprenditori più di successo al mondo che hanno ammesso pubblicamente di essersi avvalsi del supporto di un Mental Coach.

 

Per avere maggiori info clicca qui per accedere alla sezione corsi di Mentoring Resources oppure clicca qui sotto scegliendo la città dove si terrà l’evento più vicina a te.

 

COACH VINCENTE PERUGIA
COACH VINCENTE FIRENZE
COACH VINCENTE PISA

Salva la pagina del Blog fra i preferiti per leggere i nuovi articoli ogni volta che vuoi e CONDIVIDI l’articolo sui tuoi social se pensi che l’argomento possa aiutare i tuoi amici.