fbpx

Allena il lato mentale dello sport: affidati ad un Mental Coach Sportivo

mental coach sportivo BANNER

Nello sport esistono praticamente allenatori per quasi ogni cosa.

Ci sono allenatori per lavorare sulla forza, sulla resistenza, sulla rapidità, allenatori di attacco e difesa e allenatori specifici per lo stretching.

L’obiettivo di questi allenatori è migliorare la capacità di prestazione di un atleta.
Tuttavia, soprattutto ultimamente è sempre più richiesta la figura di un allenatore capace di gestire e allenare il lato mentale dello sport: il Mental Coach Sportivo.

In poche parole un Mental Coach Sportivo supporta gli atleti per affrontare mentalmente al meglio una sfida sportiva.

Chi e come può aiutare un Mental Coach Sportivo?

Un Mental Coach Sportivo può lavorare con tutti i tipi di atleti, dai giovani professionisti agli atleti olimpici.

E’ sicuramente una figura fondamentale quando un atleta sta vivendo un crollo, un calo nella prestazione o il ritorno dopo un periodo di convalescenza da infortunio.

Ma non solo…può essere fondamentale in ogni momento.

Sono dell’opinione che dovrebbe affiancare l’allenatore sempre.

Ci sono sempre delle circostanze che possono interferire con la concentrazione, la fiducia e la capacità di leadership di uno sportivo.

Quando un atleta inizia ad avere dubbi sulle proprie capacità, il suo rendimento può rapidamente sfuggire al suo controllo.

Un Mental Coach Sportivo diventa vitale per arrivare alla fonte del problema e insegnargli le abilità per tornare alle sue prestazioni migliori.

Non deve essere visto solo come un rimedio nel momento del bisogno.

Il Mental Coach Sportivo deve affiancare uno sportivo o una squadra per aiutare a fare il salto di qualità, per passare da buono a ottimo.

Ricorda: Tutti gli atleti possono migliorare e sfruttare al meglio la loro mente.

E’ per questo che i migliori atleti del mondo hanno sempre a loro fianco un Mental Coach Sportivo.

Ed è per questo che, allenando la mente, non si bloccano sugli errori, possono affrontare le avversità a testa alta, possono tornare indietro contro ogni previsione e avere un incrollabile senso di fiducia in se stessi.

Gli atleti non sviluppano queste mentalità per caso.

Ogni atleta deve creare intenzionalmente una mentalità positiva ed efficace.

Un Mental Coach Sportivo assiste gli atleti nell’utilizzo dei loro attuali punti di forza mentali e li aiuta a migliorare le aree di crescita per una solida mentalità che li porta ad ottenere massime prestazioni.

Ecco un elenco minimo di alcune aree principali in cui un Mental Coach Sportivo può lavorare:

  • Austostima
  • Focus
  • Introspezione
  • Ansia prima della prestazione
  • Preparazione e routine
  • Riprendersi da un infortunio
  • Forza mentale
  • Coesione di squadra
  • Leadership

Gli atleti spingono i loro corpi al limite.

Dall’esterno, sembra che sviluppino questa capacità attraverso regimi di allenamento specifici e lunghe giornate di pratica e perfezionamento delle loro abilità .

Il che, ovviamente, è vero.

Ma essere un atleta d’eccezione non è solo un’impresa fisica.
Per essere al massimo del loro gioco, gli atleti professionisti trascorrono del tempo ad allenare anche il loro cervello.

Colleen Hacker, cinque volte Mental Coach Sportiva dei Giochi Olimpici che attualmente “allena la mente” della squadra di hockey femminile degli Stati Uniti afferma che:

Non c’è un atleta o una squadra, olimpica o professionista, che non utilizzi i servizi e le competenze di un Mental Coach Sportivo.

Ciò che separa il buono dal grande e il grande dal più grande è spesso la componente psicologica.

Sono Trainer e Coach di PNL (Programmazione Neuro Linguistica) e ho studiato meditazione in Nepal.
Sono Sifu (maestro) di Wing Tiun – Kung Fu e Mental Coach Sportivo della squadra di calcio della mia città, la Carrarese Calcio, che seguo da tre stagioni e che lo scorso anno ha raggiunto il miglior risultato della sua storia calcistica degli ultimi 70 anni.

Passo ore a leggere ed approfondire temi secondo me fondamentale per la crescita di uno sportivo.

In secondo luogo ricostruisco le informazioni per renderle accessibili agli atleti e applicabili a ciò che stanno facendo.
Fornisco loro tecniche pratiche che funzionano in situazioni reali.

Utilizzo alcune tecniche marziali e di meditazione, rielaborandole e cercando sempre la chiave giusta perché vengano recepite al meglio.

Tradurrò i concetti che voglio utilizzare in frasi coincise e potenti che i miei giocatori ricorderanno.

Quindi darò loro degli schemi che illustrano diversi scenari per aiutarli a capire di quali concetti stiamo parlando nel contesto del loro sport.

Perché un Mental Coach Sportivo è fondamentale per gestire l’ansia di un atleta prima di un evento sportivo

L’ansia è un lavoro interno, quindi è importante capire che sei tu che lo stai generando.
Puoi imparare a gestirla, ma non vogliamo sbarazzarci delle farfalle, perché queste aiutano a motivarci e a rimanere concentrati.

#leggi anche l’articolo PERCHÈ L’ANSIA NON È UNA MOSSA DA ANTICIPARE

Voglio insegnare loro a volare in formazione.
Essere ansiosi e nervosi significa solo che ci tieni.
Devi riformulare l’ansia, e poi acquisirne il controllo concentrandoti sul presente.
Un modo per farlo è concentrarsi sulla respirazione.

Qual è una delle aree più importanti che il Mental Coach Sportivo cerca di sviluppare in un atleta?

Sicuramente il rafforzamento della fiducia.

La maggior parte delle persone è sorpresa di quanto sia effimera la fiducia in se stessi.
Non è solo qualcosa che hai.

Le persone potrebbero pensare che ce l’hai solo quando sei il migliore al mondo, ma il meglio del meglio lotta davvero con la loro fiducia, perché le prestazioni variano di giorno in giorno e di settimana in settimana e da evento a evento.

Qual è una tattica che chiunque può praticare nella propria vita per migliorare le proprie prestazioni?

Sii dove sono i tuoi piedi.

Dico sempre agli atleti e agli allievi delle mie Accademie di Arti Marziali così come agli sportivi professionisti che seguo di essere presenti.

Sai che il 60% dei nostri pensieri è rivolto al futuro e il 30% al passato?

Ciò significa che solo il 10% del nostro tempo è qui e ora.

Se pensi costantemente a qualcosa di diverso da dove sei e cosa stai facendo, le tue prestazioni ne risentiranno, che sia al lavoro, a casa, in palestra o in un campo da gioco.

Avere questa consapevolezza di sé è il primo passo.

Se vuoi iniziare oggi con una consulenza gratuita su come diventare un Mental Coach Sportivo o sei uno sportivo e vuoi saperne di più su come funziona il mio sistema di coaching, CLICCA QUI!

Grazie per aver letto questo articolo!

Non perderti le informazioni che possono portarti al livello più alto della tua vita, continua a leggere il mio Blog.